Primavera in arrivo, come sistemare il balcone!

23/03/2017 di UpToU, in News

Finalmente sta arrivando la primavera, ed è giunto il momento di sistemare i nostri balconi! Tirate fuori le piante dalle serre o dalle protezioni invernali e fate il punto della situazione tra i superstiti. Tagliate via le parti morte, ripulite dalle foglie secche in modo che le foglie nuove abbiano spazio per respirare e crescere, e iniziate a ricollocare i vasi sul vostro balcone. Sicuramente alcuni vasi, specialmente quelli in terracotta, appariranno sporchi e macchiati di bianco; ma basta una veloce pulita per riportarli come nuovi. Con una spazzolina rigida grattate via la terra secca, e per levare le macchie bianche che altro non sono che incrostazioni dovute all’ irrigazione e ai concimi, create un composto cremoso a base di acqua e bicarbonato e passateglielo sopra, strofinate con una spugna, risciacquate e lasciate i vasi ad asciugare al sole. Dopo potete iniziare a concimare le vostre piantine così cresceranno rigogliose e piene di fiori. Ora che abbiamo sistemato i superstiti dell’ inverno possiamo iniziare a occuparci della semina dei nuovi fiori e dei travasi. Prepariamo i vasi, con uno strato di argilla drenante sul fondo, in modo da proteggere le radici dal possibile ristagno di acqua, e riempiano con terra nuova e di buona qualità. Personalmente consiglio di andare a comprarla in vivaio, perchè anche se costa un pochino  di più rispetto a quella che trovate al supermercato o dal Brico/Leroy Merlin, è di qualità migliore, e potete anche farvi consigliare sul tipo di terra da usare a seconda della pianta che avete. A questo punto procediamo con i travasi delle piantine nuove appena comprate. Per quanto riguarda la semina invece so che non avete potuto resistere e avete comprato un sacco di bustine di fiori diversi, quindi vi consiglio di seguire gli schemi di semina riportati sulla busta, e controllare i periodi indicati. E’ buona norma comunque seguire i consigli dei contadini, ossia affidarsi alla Luna. Si sa…il contadino è sempre il contadino, e lui non sbaglia! Le fasi lunari vengono suddivise in due periodi, quello in cui la Luna è crescente e quello in cui la Luna è calante. Per riconoscere se la Luna è crescente o calante basta osservarle “la gobba”, cioè la sua curvatura e ricordare il vecchio adagio: gobba a ponente luna crescente, gobba a levante luna calante. Quindi, naso al cielo, e capite in che fase è la Luna. Se è crescente potete seminare i vostri fiori!! Se invece è calante, aspettate un attimo e impegnate quel periodo per occuparvi delle potature. Una volta seminato non vi resta che innaffiare  e aspettare! Colorati fiori presto sbocceranno!